La carica dei sessantamila per combattere il tumore al seno

raceforthecureROMA – Il rosa che accende, il rosa che unisce nella lotta al cancro. Straordinario successo di pubblico per la quindicesima edizione della “Race for the Cure”, la celebre corsa e passeggiata di solidarietà organizzata dalla Susan G. Komen Italia. Oltre 60.000 gli iscritti, che hanno sfilato tra il Circo Massimo e il Colosseo per sostenere la lotta ai tumori del seno e promuovere la salute delle donne. Tra loro, oltre alle madrine dell’evento Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi e al Presidente della Komen Italia Riccardo Masetti, c’erano anche il Sindaco di Roma Ignazio Marino, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, l’Ambasciatore degli Stati Uniti John Phillips e sua moglie Linda Douglass, la Presidente della Susan G. Komen Judy Salerno, la vice presidente della WWE Stephanie McMahon e il Direttore Generale del Policlinico Gemelli di Roma Maurizio Guizzardi.

Tra i 60.000 partecipanti, erano 
più di 5.000 le 
“Donne in Rosa, le donne che stanno affrontando o hanno sconfitto il tumore del seno e che hanno preso parte alla “Race for the Cure” indossando una speciale maglietta rosa. Con questa testimonianza coraggiosa le “Donne in Rosa” hanno voluto sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce ed incoraggiare le donne che incontrano la malattia a farlo con un atteggiamento più positivo.

A livello agonistico, la Race for the Cure
è stata vinta da Fabiano Carrozza (Aeronautica Militare), con il tempo di 14’39’’. Prima classificata tra le donne Laila  Soufyane (R.A.S. Courmayeur) (16’50’’) con Cinzia Barletta che è stata la più veloce tra le “Donne in Rosa” con il tempo di 21’35’’. Tra le società sportive, affermazione per Podistica Solidarietà, che ha preceduto G.S. Bancari Romani e LBM Sport Team.

Al Circo Massimo organizzato il  “Villaggio della Salute”, con il quale, grazie alla sinergia creata con il Policlinico Gemelli di Roma e la Regione Lazio e stato possibile offrire più di 2300 consulenze e quasi 1500 prestazioni gratuite per la prevenzione del tumore del seno, dell’utero, della pelle, del polmone, del colon e della tiroide, oltre a visite ed esami per la prevenzione delle malattie cardiache ed al controllo della pressione e della glicemia. Questa iniziativa, inaugurata venerdì dal Presidente della Regione Lazio Zingaretti, ha permesso di individuare 2 casi di tumore del seno e 3 casi sospetti subito avviati ad approfondimenti diagnostici in ospedale ed alcuni casi di melanoma. Al “Villaggio della Salute” è stato possibile anche seguire convegni ed incontri dedicati alla corretta alimentazione, al benessere psicofisico, alla bellezza ed allo sport, anche con attività di promozione della pratica di discipline come tiro a segno, canottaggio, judo e karate a cura degli atleti del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle. Tra questi, i campioni olimpici Niccolò Campriani, Alessio Sartori, Luca Valdesi e Lucio Maurino e Margherita Magnani.

Con i fondi raccolti dalla Race for the Cure 2014, la Komen Italia darà avvio a nuovi progetti di educazione, prevenzione e cura deltumore del seno, che si andranno ad aggiungere ai 245 già realizzati grazie alle precedenti edizioni di Roma, Bari e Bologna con finanziamenti complessivi di oltre 2.150.000 euro raccolti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *