Corso Lis all’università alla Ca’ Foscari

VENEZIA. Università senza barriere. Per la prima volta in Italia un ateneo italiano, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, assume un sordo madrelingua di Lis per insegnare la propria lingua. Il corso è stato attivato il primo settembre e Gabriele Caia è stato assunto come collaboratore esperto linguistico.  «Si tratta di una data storica per l’ateneo veneziano e per il nostro paese»: con queste parole viene annunciata l’assunzione da parte dell’Università veneziana, la sola che, dal 2002, annovera la Lis come lingua di specializzazione nel corso di laurea triennale “Lingue, civiltà e scienze del linguaggio” e in quello magistrale “Scienze del linguaggio”, all’interno del Dipartimento di Studi linguistici e culturali comparati. «L’insegnamento della lingua – spiegano dall’ateneo – è affiancato da corsi sulla cultura della comunità sorda, sulla linguistica e sociolinguistica della Lis, su sordità e acquisizione della lingua, sulle tematiche relative all’interpretazione e alla traduzione da e verso la Lis e sulla Lis tattile, aspetti che caratterizzano i programmi di Deaf studies internazionali».

TRAGUARDO – L’obiettivo è di creare figure professionali di riferimento nel mondo della sordità. L’ingresso di Caia nell’ateneo vuole essere anche un riconoscimento del contributo della comunità sorda come esperta e protagonista della propria lingua e cultura. «Come spesso accade – conclude la nota di Ca’ Foscari -, gli ambienti accademici ove avviene la ricerca linguistica precedono gli organi politici nel riconoscimento della diversità linguistica e culturale come risorsa essenziale per tutta la comunità, sia sorda sia udente».

PER SAPERNE DI PIU’
Il sito dell’Università Ca’ Foscari di Venezia 

di Luisa Corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *