Una biblioteca per Simonetta

NAPOLI. La biblioteca del museo del Mare di Napoli, a Bagnoli, sarà dedicata a Simonetta Lamberti, la bambina di 11 anni che nel 1982 fu uccisa casualmente da un killer della camorra nel corso di un attentato il cui obiettivo era il padre, il giudice Alfonso Lamberti. La cerimonia di intitolazione avverrà giovedì, 1 dicembre, nell’aula magna dell’istituto nautico “Duca degli Abruzzi” di Bagnoli. Interverranno Angela Procaccini (mamma di Simonetta), Maria Franco (scrittrice e docente nel carcere minorile di Nisida), Mario Gelardi (regista teatrale, scrittore e autore anche del racconto dedicato a Simonetta,”Un dolore come un’isola”, in “La Ferita”, antologia di racconti dedicati a vittime innocenti di camorra, da lui curato), Tina Femiano (attrice), Rosario Cantelmo (Procuratore Aggiunto della Dda di Napoli), Lorenzo Diana (presidente nazionale della Rete per la Legalità), Don Luigi Merola  (della Fondazione Onlus “A voce d’e creature”), Leandro Limoccia (presidente del Coordinamento Campano contro le camorre), Paolo Siano ed Enrico Tedesco (presidente e segretario generale della Fondazione Polis). Modera Eliana Iuorio del movimento “Contro le mafie”. Sarà presente anche il procuratore Giandomenico Lepore. Il delitto di Simonetta è rimasto senza colpevoli, fino ad ora: un anziano detenuto si è auto accusato dell’assassinio e dopo la sua confessione il caso verrà riaperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *